• Navigation Menu
    Alla ricerca del fantasma

    Alla ricerca del fantasma

    Ladakh

    • Periodo Ottimale: 18 - 29 Ottobre 2020
    • Giorni: 12–15
    • Zona di interesse: Ladakh
    • Costo: € 2630,00. Estensione opzionale al Lago Tsokar € 480
    Share Button

    Apriamo la tenda, tutto il campo è concitato.

    Qualcuno sta tornando dall’altura a est, grida qualcosa, corre verso di noi.

    Sentiamo l’odore del caffè provenire dalla cucina,

    l’aria è tersa come solo in Himalaya.

    Facciamo in tempo a sentire la parole “Snow Leopard!”

    che abbiamo già gli scarponi allacciati e il binocolo in mano.

     

    Escursione naturalistica guidata nel deserto freddo montuoso del Ladakh, racchiuso tra le catene dell’Himalaya e del Karakorum, alla ricerca della fauna estrema di montagna e del fantasma, il leggendario Leopardo delle nevi.

    • Trekking nelle vallate incontaminate del Ladakh, gli ambienti Himalayani
    • Osservare in natura il Leopardo delle nevi, creatura al limite del mito
    • Argali, Lupi tibetani, Urial, “Blue sheep” e gli altri protagonisti
    • Il lago Tsokar, lo stambecco asiatico e l’asino selvatico del Tibet
    • L’avifauna degli ambienti rocciosi; il grifone dell’Himalaya
    • Monasteri buddisti tibetani; la cultura dei monaci Gelug-pa
    ATTENZIONE: viaggio sperimentale, relativamente spartano ma svolto in condizioni di sicurezza. Il contenuto tecnico dell’escursione è accessibile a chiunque sia in buone condizioni fisiche. Il viaggio si svolgerà prevalentemente ad altitudini elevate (oltre i 4000 m slm) con relative condizioni di temperatura.

    ClimaProvincia biogeograficaBiodiversità e Patrimonio culturale

    L’area del deserto freddo del Ladakh è essenzialmente caratterizzata da un clima moderatamente estremo, con estati (Maggio-Agosto) che possono raggiungere i 33°C e inverni (Ottobre-Maggio) freddi e nevosi, con temperature fino a –20°C.

    La regione del Ladakh, il cui capoluogo è Leh, è racchiusa tra le catene montuose del Karakorum e dell’Himalaya, e la sua popolazione, pari a 232.864 abitanti, si suddivide in buddhisti di scuola tibetana, che raggiungono poco più della metà, e musulmanidi ramo sciita, con una piccola minoranza di induisti. L’economia si basa sull’ agricoltura di sussistenza, con estese coltivazioni di orzo e di albicocche lungo il corso dei fiumi Indo e Zanskar. Nella parte meridionale della regione è possibile incontrare le ultime tribù di pastori nomadi khampa che vivono di allevamento, mentre nella valle di Nubra l’economia si basa sulla coltivazione di albicocche e sull’ allevamento del cammello di Battriana. Recentemente è anche aumentato il peso economico del commercio di pashmina. Chiuso al turismo fino al 1974, il Ladakh oggi è meta di pellegrinaggi buddhisti, camminatori ed appassionati di rafting, che può essere praticato sull’ Indo e lo Zanskar.

    Biodiversità:  Il parco nazionale di Hemis è un’area protetta di 4400 kmq, che tutela ambienti di alta quota (tra 3000 e 6000m circa) nell’ecoregione degli altipiani steppici del Karakoram – Tibet occidentale. Il parco è celebre come il luogo più favorevole al mondo per l’osservazione in natura dell’elusivo leopardo delle nevi, ma ospita una comunità biologica relativamente ricca, con presenza significativa di Argali, Bharal (la “pecora blu”), Urial, Stambecco asiatico, Lupo tibetano, orso, lince, etc. Anche l’avifauna è di tutto rispetto con notevoli presenze himalayane oltre a gipeto, aquila reale e grifone dell’Himalaya.

    La popolazione di Leopardo delle nevi conta circa 200 esemplari, e appare in buona salute.

    L’area del Lago Tsokar, un lago salato collocato tra montagne di oltre 6300m, ospita diversi mammiferi delle steppe d’alta quota, con ottime chances di osservare il Tiang (asino selvatico del Tibet), il Lupo tibetano, l’argali, la gazzella tibetana e lo stambecco asiatico.

    Patrimonio culturale: Leh conta circa diecimila abitanti, ed è famosa per il Palazzo reale, simile a una versione in miniatura del Potala di Lhasa, oltre che per la splendida moschea lignea e per le frequenti visite del XIV Dalai Lama. Altri luoghi interessanti sono i villaggi buddhisti di Lamayuru, Atitse, Bagso, Hemis, famoso per l’imponente monastero omonimo, Alchi, celebre per il locale monastero ospitante meravigliose pitture murali, e Likir, oltre che i villaggi sciiti di Draas e Karghil, al confine con l’Azad Kashmir pakistano. Contrariamente al vicino Kashmir, teatro di frequenti attentati terroristici, in Ladakh gli episodi violenti sono molto rari, e buddisti e musulmani convivono, salvo rare eccezioni, in modo pacifico.

    Itinerario in dettaglio

    • Volo internazionale su Leh (via Delhi) e trasferimento all’hotel. Giornata di acclimatamento e visita della città. Cena e pernottamento in hotel.
    • Al mattino presto birdwatching intorno al fiume Indus e visita al monastero buddista tibetano Thiksay. Cena e pernottamento in hotel.
    • Trasferimento a Zingchen (45 minuti), questo è il gateway per Rumbak (Hemis national Park) . Trasferimento al campo base (circa un’ora e mezza). Pernottamento al campo base – per le caratteristiche del campo base vedi paragrafo successivo)
    • Giorni 4-10: Trekking alla ricerca del Leopardo delle nevi e osservazione di fauna e ambienti nellla valle di Husing o nella valle di Tarbong. Pernottamento al campo base
    • Giorno 11: Trekking di rientro a Zingchen e trasferimento a Leh. Cena e pernottamento in hotel.
    • Giorno 12: Volo Leh – Delhi e volo internazionale per l’Italia.
    • ESTENSIONE OPZIONALE
    • Giorno 12: Trasferimento (5-6 ore, 170 km) verso il lago di Tsokar. Lungo il tragitto soste per l’osservazione di fauna e ambienti, e visita al villaggio di Rumtse. All’arrivo camminata intorno al lago e birdwatching. Pernottamento in Eco-resort.
    • Giorno 13: Giornata di osservazioni naturalistiche nell’area del lago Tsokar (asini selvatici, argali, lupo tibetano, aquila reale, gru collo nero etc). Pernottamento in Eco-resort.
    • Giorno 14: Rientro a Leh con stop fotografici. Pernottamento in hotel.
    • Giorno 15: Volo Leh – Delhi e volo internazionale per l’Italia.

    L’itinerario prevede l’accompagnamento da parte di un biologo esperto.

    Le possibilità di avvistare il Leopardo delle nevi sono molto alte (>70%) ma non assolute. Inoltre, nella maggior parte dei casi la distanza di osservazione sarà notevole.
    Servizi Compresi

    Dall’arrivo a Leh, fino alla mattina della partenza da Leh:

    • Transfers da/per l’aeroporto
    • Hotel in Leh e eco-resort durante l’estensione a Tsokar
    • Camping fees
    • Wildlife fees
    • Tende (per due persone o singole), materassi di 7,6cm, tenda riscaldata per i pasti, toilet tent
    • Trasporto del bagaglio utilizzando cavalli/muli
    • Escursioni come da programma
    • Tre pasti al giorno fino alla colazione dell’ultimo giorno
    • Tè, caffè, acqua potabile
    • Cuochi al campo base, staff del campo, guide locali, avvistatori e trackers del parco
    • Accompagnamento da parte di un biologo dello staff Biosfera dall’Italia
    • Assicurazione medico/bagaglio
    Servizi Non Compresi
    • Trasporti aerei
    • Quota Gestione Pratica (30 euro)
    • Visti
    • Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa)
    • Articoli di natura personale
    • Lavanderia, mance, telefonate
    • Bevande diverse da acqua potabile, tè e caffè
    • Noleggio eventuale del sacco a pelo
    • Pasti non compresi al paragrafo precedente
    • Costi supplementari dovuti a ritardi/cancellazioni di voli aerei
    • Chiusura strade dovuta a frane o altri fattori fuori dal nostro controllo
    • Portatore personale (fortemente consigliato: per una somma minima, da concordare sul posto, è possibile assumere un portatore personale per il trasporto dell’attrezzatura fotografica e del piccolo zaino per le escursioni giornaliere, utile per trasportare gli “strati” supplementari del vostro abbigliamento)
    • In generale ciò che non è compreso in “Servizi Compresi”
    Alcune note tecniche:

    Abbigliamento ed equipaggiamento di base: sarà inviato per tempo ai partecipanti un elenco dettagliato, sia dell’abbigliamento, sia per quanto riguarda materiale da campo e attrezzatura fotografica e ottiche per l’osservazione. Un cannocchiale professionale “lungo” con treppiede lo mettiamo a disposizione noi.

    Temperature e meteo: di giorno intorno allo zero, di notte e all’alba anche -15°. vento scarso e precipitazioni improbabili. Aria tersa e senza disturbo causato dalle termiche. 12 ore di luce circa.

    Campo e pasti: tende e materassi a disposizione. Per i pasti sarà allestita una tenda riscaldata. Ci sarà anche una tenda “toilet”. I pranzi verosimilmente saranno invece consumati in escursione, ma saranno comunque serviti caldi. Tè, biscotti e caffè a disposizione.

    Elettricità: ci sarà un generatore al campo base.

    Trekking e distanze: normalmente ci muoveremo pochi km al giorno, su sentieri battuti, ritornando al campo base nel tardo pm. In caso, è possibile decidere di restare nei dintorni del campo e muoversi “opportunisticamente” solo quando i trackers riportano un avvistamento, ma il nostro suggerimento è di “esplorare” il più possibile questo territorio straordinario. I sentieri sono in genere in condizioni accettabili e con pendenze moderate ma in caso di avvistamenti particolari potrà essere necessario effettuare brevi variazioni con pendenza maggiore per guadagnare una buona posizione per osservare l’animale. Quasi sempre, con buona probabilità, cammineremo su roccia nuda, ma è possibile che ci si muova a tratti su una minima copertura di neve.

    Costi

    € 2630 per base 6 pax . Possono essere previsti adeguamenti.
    Estensione opzionale al Lago Tsokar € 480

    Disclaimer 1: L’itinerario proposto è da considerarsi un programma di massima. Salvo differenti accordi preliminari con i partecipanti, le aree visitate e i tempi di permanenza saranno rispettati, ma potrebbe variare l’ordine di successione delle tappe. Sarà nostra cura inviare un programma definitivo aggiornato ai partecipanti, in tempo utile e prima della conferma ufficiale, in modo da consentirne la valutazione.

    Disclaimer 2: A seguito di decisioni, anche improvvise, delle autorità del paese, potranno verificarsi variazioni nel costo finale. In situazioni di questo genere, che auspichiamo non debbano verificarsi, sarà nostra cura trasmettere le comunicazioni ufficiali dei ministeri competenti, in totale trasparenza. Ci riserviamo di adeguare la quota, in ottemperanza alle normative vigenti.

    logo trasparente partnership

    Share Button