• Navigation Menu
    Amazzonia e Pantanal

    Amazzonia e Pantanal

    Il Regno del Giaguaro

    • Periodo Ottimale: 16 Settembre - 24 Settembre 2020; 25 Settembre - 3 Ottobre 2020
    • Giorni: 9-14
    • Zona di interesse: Amazzonia e Pantanal
    • Costo: € 3129,00 (estensione in Amazzonia: € 992-1245)
    Share Button

    “Un Ocelot! Un Ocelot!” grido mentre il piccolo felide

    ci attraversa la Transpantaneira, illuminato dalle luci delle nostre torce.

    So che tutti pensano già al giaguaro,

    anche se di quelli ne vedremo in abbondanza, tra pochi giorni.

    Perchè non hanno ancora capito che il Pantanal è il suo regno”

     

     Itinerario naturalistico guidato nelle aree più ricche del mondo in termini di Biodiversità, dalle foreste allagate dell’Amazzonia interna alle piane alluvionali del Pantanal brasiliano, fino alla selvaggia savana brasiliana. Un viaggio senza pari nella natura dell’America meridionale, e un’occasione unica per osservare animali straordinari nel loro habitat, dal giaguaro al crisocione.

    • Il Rio delle Amazzoni – lungo il fiume nella grande foresta, l’avifauna più spettacolare al mondo, Ara, Tucani, Hoazin e la mitica Arpia
    • Mamirauà e Cristalino– la foresta allagata e di “terra firme” nel cuore intatto dell’Amazzonia più remota
    • Primati amazzonici – l’endemico Uakari, le scimmie ragno, le urlatrici…
    • Bradipi, Armadilli, Opossum – mammiferi “distanti” di un mondo a parte
    • Pantanal – il Tapiro sudamericano, il Formichiere gigante e la fauna “terrestre” dell’America meridionale
    • Il Giaguaro – osservare in natura il massimo predatore del continente
    • Il Cerrado  – la savana di altura brasiliana, regno dell’incredibile Crisocione
    Nota sulle sistemazioni: a differenza di altri itinerari, il viaggio nelle wilderness brasiliane non consente un utilizzo di strutture “basic” sia per ragioni di sicurezza, sia per il tipo di servizi richiesti (mezzi, barche, guide locali, attrezzature per gli avvistamenti notturni, punti di avvistamento etc), infine per il carattere “remoto” di alcune delle locations. Ne consegue un costo maggiore (alcune strutture sono davvero upmarket) accanto naturalmente ad un livello di comfort e a una qualità del servizio molto elevati. Come sempre abbiamo prestato la massima attenzione alle strategie di integrazione con le politiche di conservazione e di sostenibilità portate avanti dagli operatori del luogo. Araras ecolodge,Uakari floating lodge e Cristalino ecolodge (potete visitare i rispettivi websites per avere un’idea) si occupano attivamente di conservazione, e soprattutto nel secondo caso, partecipano direttamente alle attività di ricerca naturalistica in collaborazione con il Ministero delle Scienze del Brasile, ospitando ad esempio i team di ricercatori che studiano la biodiversità della Riserva di Mamirauà.

    ClimaProvincia biogeograficaBiodiversità e Patrimonio Culturale

    La regione amazzonica è caratterizzata da un clima umido equatoriale con temperature elevate (media annuale intorno ai 26ºC) e umidità relativa elevata (83%). Il Pantanal presenta precipitazioni medie tra i 1000 e i 1400mm/anno; le temperature medie si aggirano sui 25° ma possono fluttuare tra 0° e 40°.

    La Foresta Amazzonica: L’Amazzonia, nota anche come Foresta Amazzonica, è una foresta equatoriale situata nel Bacino del Rio delle Amazzoni e di altri grandi fiumi del Sud America. L’area conosciuta come Amazzonia supera i 7 milioni di km² anche se la zona boschiva ne occupa circa 5,5 milioni. La foresta è situata per circa il 65% in Brasile, ma si estende anche in Colombia, Perù, Venezuela, Ecuador, Bolivia, Guyana, Suriname e Guyana Francese.

    Il Pantanal: una delle aree umide più vaste al mondo, con una superficie di 195000 Kmq, si estende principalmente nello stato del Mato Grosso (Brasile) ma prosegue in parte in Paraguay e Bolivia. Allagato stagionalmente per l’80% , il Pantanal ospita diversi ecosistemi, che insieme rappresentano l’habitat per la più varia e cospicua zoocenosi del Sud America.

    Chapada dos Guimaraes: l’altopiano sopra il Pantanal, un antico letto marino di oltre 300 milioni da anni fa ora ecosistema importantissimo a savana (“cerrado”) costellato di canyons, rupi e cascate.

    Biodiversità: L’ecosistema noto come Pantanal ospita oltre 1000 specie di uccelli, 400 di pesci (in gran parte detritivori, adattati a sporavvivere nelle acque povere di ossigeno di questi ambienti allagati stagionalmente), 300 mammiferi, 480 rettili e oltre 9000 di invertebrati. Tra i mammiferi più rari il cervo delle paludi (Blastocerus dichotomus) e la lontra gigante (Pteroneura brasiliensis). In questa zona si incontrano anche l’Ara giacinto (Anodorhyncus hyacinthinus), l’Arpia, lo speoto (Speothos venaticus), il tapiro sudamericano (Tapirus terrestris), il Formichiere gigante (Myrmecophaga tridactyla) e il caimano jacarè (Caiman yacare). Il pantanal è anche l’habitat della più numerosa e prospera popolazione di Giaguaro (Panthera onca) della terra. A parte il caimano, altri rettili carismatici abitano il Pantanal: l’anaconda (Eunectes notaeus), il Tegu dorato (Tupinambis teguixin), la tartaruga dai piedi rossi (Geochelone carbonaria) e l’iguana verde (Iguana iguana). La Chapada dos Guimaraes è una peculiare struttura a savana brasiliana, con un’avifauna con caratteristiche tipiche e la presenza del Crisocione, o Lupo dalla criniera (Chrysocyon brachyurus).
    Si stima che nella regione amazzonica vivano circa 2,5 milioni di specie di insetti, 3.000 specie di pesci, oltre 1600 specie di uccelli (si pensa che un quinto di tutti gli uccelli viva nella foresta amazzonica), 428 specie di mammiferi (inutile tentare un elenco: moltissimi “primati del nuovo mondo”, due delfini di acqua dolce, diversi felidi, canidi, bradipi, armadilli, formichieri e marsupiali. Manca invece una vera megafauna, essenzialmente per ragioni biogeografiche), 427 specie di anfibi e 378 specie di rettili e sono state classificate almeno 60.000 specie di piante. Gli scienziati hanno descritto fra le 96.669 e 128.843 specie di invertebrati solo in Brasile.
    La biodiversità di Amazzonia e Pantanal, in breve, è la più alta del pianeta.

    Patrimonio culturale: I gruppi di indios riconosciuti dal governo brasiliano sono più di 200 (a questi vanno aggiunti altri gruppi non riconosciuti ufficialmente o considerati come sottogruppi di quelli riconosciuti). Alcuni di questi gruppi sono in via di estinzione e sono rappresentati da poche decine di individui (come ad esempio i Mapidian stimati in 50 unità nel 1975, o i Negarotê stimati in 40 individui, o addirittura gli Amikoana stimati in soli 5 individui). Altri hanno comunità più grandi, come i Guarani Kaiowá (oltre 31.000 unità solo in Brasile) o i Kaingang (oltre 33.000 unità). Alcuni gruppi sono del tutto isolati e vivono all’interno della foresta amazzonica, altri vivono in riserve delimitate dalle autorità brasiliane, come il Parco Indigeno dello Xingu, altri ancora in villaggi assimilati alle città.

    Itinerario in dettaglio
    • Giorno 1: Arrivo a Cuiabà e transfer verso lo straordinario Chapada dos Guimaraes National Park. Si salirà in auto tra pinnacoli rossi di arenaria di 800 metri di altezza da togliere il fiato fino all’altopiano che domina il Pantanal, in un ambiente unico di savana brasiliana. Arrivo e sistemazione in lodge, con ottime possibilità di avvistare colibrì, tangare, picchi, e i primi mammiferi.
    • Giorno 2: Giornata di esplorazione della biodiversità del “cerrado” e degli habitat forestali del Chapada dos Guimareas National Park. Safari all’alba in mezzo motorizzato, trekking naturalistici a piedi, torri di osservazione per avifauna: alla scoperta degli endemismi di quello che è considerato uno degli ecosistemi più scenografici del continente. Ottime chances per l’avvistamento di Ara macao e Ara dalle ali verdi dall’alto del contrafforte arenaceo. Sistemazione in lodge.
    • Giorno 3: Breve escursione in Chapada (visita alla spettacolare Cascata del Velo di Sposa o alba sulla torre di osservazione per l’avifuana di savana) e transfer in direzione del Pantanal. Dopo Poconé inizia la leggendaria Transpantaneira: 145 km di sterrata nel cuore dell’area umida più grande del pianeta. Caimani jacarè, capibara e un’avifauna da lasciare a bocca aperta, ogni chilometro può riservare sorprese naturalistiche e scorci paesaggistici unici al mondo. Arrivo per pranzo al lodge. Nel pomeriggio prima esplorazione naturalistica in 4×4 del Pantanal “secco”: la ricerca di tapiri, formichieri, primati, ungulati, rettili e uccelli assume il fascino di una vera e propria caccia fotografica, dove ogni movimento nel bush o in acqua può riservare sorprese clamorose. Una overdose di uccelli tra i più scenografici, tra i quali diverse specie di martin pescatori, cicogne jabiru, spatole rosate, poiane dal collare nero, in uno scenario a metà tra la terra e l’acqua. Mammiferi, rettili e uccelli nello stesso tempo, corsi d’acqua che si diramano tra spazi aperti, aree boscose inondate stagionalmente: difficile descrivere l’emozione di trovarsi immersi in uno dei santuari biologicamente più ricchi del pianeta. Sistemazione in lodge.
    • Giorno 4: In mattinata transfer vero l’area di Porto Jofre. Un viaggio nel viaggio quello di attraversare tutta la Transpantaneira, forse la strada tra le più leggendarie, sicuramente un’emozione ogni chilometro. Ponti sopra guadi, panorami a perdita d’occhio, incontri faunistici continui, fino all’avamposto sperduto di Porto Jofre, dove la strada si interrompe bruscamente sul Rio Cuiabà. Qui inizia il Pantanal “umido”, qui i fiumi saranno le strade e le lance a motore i mezzi di trasporto. Qui regna il giaguaro.
    • Giorno 5-6: Trasferimento in barca fino alla confortevole House Boat, la nostra emozionante “casa” per i successivi giorni. Al pomeriggio prima uscita in lancia a motore nel labirinto d’acqua del Pantanal. Due gli obiettivi: la lontra gigante di fiume e il giaguaro. Sistemazione in House Boat.
    • Giorno 7: In mattinata ultima “cavalcata” in lancia a motore nel labirinto acquatico del Pantanal. Pranzo sulla House Boat, poi al pomeriggio transfer via terra lungo la Transpantaneira, con ottime chances di avvistamento di fauna. Arrivo in lodge, e safari all’imbrunire in spotlighting con mezzo 4×4 alla ricerca degli animali più elusivi, sotto un cielo stellato impossibile da dimenticare. Pernottamento in lodge.
    • Giorno 8: Safari all’alba (a piedi, in barca o in mezzo 4×4 a seconda dell’area esplorata), per un’ultima immersione naturalistica nel Pantanal. Pranzo in lodge e rientro lungo la Transpantaneira fino a Cuiabà. Cena in ristorante, pernottamento in hotel.
    • Giorno 9: Volo di rientro per l’Italia.

    ESTENSIONE OPZIONALE IN AMAZZONIA, OPZIONE 1: Mamirauà

    • Giorno 9: Volo aereo per Manaus sorvolando la “Selva”, lo straordinario continente verde: l’Amazzonia. Sistemazione in hotel.
    • Giorno 10: Giornata dedicata a escursioni opzionali nei dintorni della città racchiusa dall’Amazzonia: Encontro das Aguas (l’incontro delle acque “chiare” del Rio Solimões con quelle “scure” del Rio Negro per generare quello che sarà da qui in poi noto come Rio delle Amazzoni), prima introduzione all’ecosistema della Foresta Amazzonica con trekking a piedi e lungo le sponde del Rio Solimões. In alternativa: visita alla città conosciuta come “la Parigi dei Tropici”. Sistemazione in hotel.
    • Giorno 11: Al mattino volo per Tefè risalendo il Rio Solimões, sorvolando l’Amazzonia più estrema e remota. Trasferimento in barca verso la Riserva di Mamirauà, un labirinto anfibio, una foresta allagata stagionalmente (l’ecosistema è noto come Varzea, il livello dell’acqua sale e scende ciclicamente di oltre 12 metri ogni anno) che ogni stagione cambia forma, disorienta qualsiasi mappa e illude il viaggiatore in un gioco di finti riferimenti. Nel pomeriggio escursioni in canoa o a piedi e osservazioni faunistiche nella foresta allagata, accompagnati da guide indigene delle comunità locali. Pernottamento in lodge galleggiante di fianco alle stazioni di ricerca impegnate nello studio di primati e cetacei, uno degli esempi più fulgidi al mondo di cosa deve essere un Ecolodge.
    • Giorno 12-13 Giornata dedicata all’esplorazione dell’ambiente amazzonico di foresta allagata, in lancia a motore e a piedi, accompagnati dalle guide indigene delle comunità locali. L’incredibile avvistamento dei cetacei di fiume (Inia geoffrensis e Sotalia fluviatilis) tra i salti di pesci colossali (Arapaima gigas), la “caccia” al primate endemico che ha dato origine a tutta la riserva (Uakari calvo, Cacajao calvus), alle scimmie scoiattolo e le urlatrici, la magia dell’avvistamento dei bradipi. Un ecosistema fragile e unico. Incontro serale con i ricercatori, che mostreranno lo stato dell’arte delle ricerche scientifiche in atto. Pernottamento in lodge galleggiante.
    • Giorno 14: Rientro in barca a Tefè e trasferimento aereo verso Manaus. Volo di rientro per l’Italia.

    ESTENSIONE OPZIONALE IN AMAZZONIA, OPZIONE 2: Cristalino

    • Giorno 9: Trasferimento ad Alta Floresta, arrivo al Cristalino Lodge e prima introduzione all’ecosistema della Foresta Amazzonica.
    • Giorno 10: Al mattino, escursione fino alla torre di osservazione della volta arborea (alta 50 metri). Nel pomeriggio, escursione lungo il Taboca Trail. Osservazione della fauna selvatica durante l’intera giornata.
    • Giorno 11: Al mattino, escursione verso le aree di “salt lick” (affioramenti di argilla con contenuti minerali particolarmente ricercati dagli animali). Al pomeriggio, escursione sul fiume e breve camminata lungo il Brazil Nut Trail. Al ritorno possibilità di riprendere la barca o scendere in canoa.
    • Giorno 12: Breve escursione lungo il Tapiri Trail, dove è facile osservare la Scimmia ragno dai mustacchi bianchi (Ateles marginatus), simbolo del Cristalino State Park. Transfer verso Alta Floresta, pranzo in ristorante e volo per Cuiabà. Pernottamento in hotel.
    • Giorno 13: Volo di rientro per l’Italia.
    Servizi Compresi
    • Acqua minerale durante il safari
    • Tutti i trasferimenti, via terra e in barca
    • Autista/guida locale e accompagnamento da parte del biologo per tutta la durata del safari
    • Tasse di ingresso ai parchi e riserve
    • Permessi ed escursioni in parchi e riserve, a piedi, in fuoristrada e in barca
    • Safari notturno in veicolo attrezzato
    • Vitto e alloggio full board
    • Assicurazione medico/bagaglio
    Servizi Non Compresi
    • Volo internazionale e tasse aeroportuali
    • Quota Gestione Pratica (euro 30)
    • Voli interni da Cuiabà a Manaus e da Tefè a Manaus (o da/per Alta Floresta)
    • Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa)
    • Bevande alcoliche
    • Eventuali pasti in città
    • Mance ed extra personali e in generale ciò che non è compreso in “Servizi Compresi”
    • Tassa di conservazione (88 dollari) al Cristalino 
    Costi
    € 3129,00 per  base 8 pax (Possono essere previsti adeguamenti)

    ESTENSIONE OPZIONALE IN AMAZZONIA: Riserva di Mamirauà: € 992; Rio Cristalino: € 1245

    N.B.
    Per la natura dell’itinerario, e per le disposizioni di legge, questa proposta è limitata ai maggiori di anni 12,

    Disclaimer 1: L’itinerario proposto è da considerarsi un programma di massima. Salvo differenti accordi preliminari con i partecipanti, le aree visitate e i tempi di permanenza saranno rispettati, ma potrebbe variare l’ordine di successione delle tappe. Sarà nostra cura inviare un programma definitivo aggiornato ai partecipanti, in tempo utile e prima della conferma ufficiale, in modo da consentirne la valutazione.

    Disclaimer 2: A seguito di decisioni, anche improvvise, delle autorità del paese, potranno verificarsi variazioni nel costo finale. In situazioni di questo genere, che auspichiamo non debbano verificarsi, sarà nostra cura trasmettere le comunicazioni ufficiali dei ministeri competenti, in totale trasparenza. Ci riserviamo di adeguare la quota, in ottemperanza alle normative vigenti.

    logo trasparente partnership

    Share Button