• Navigation Menu
    L’abisso verde

    L’abisso verde

    Dzanga-Sangha

    • Periodo Ottimale: 10 - 17 Aprile 2020
    • Giorni: 8
    • Zona di interesse: Foreste pluviali dell'Africa Centrale
    • Costo: € 3295,00
    Share Button

    Itinerario faunistico ed etnografico in uno dei luoghi più selvaggi rimasti sulla Terra, nel cuore delle foreste pluviali dell’Africa centrale, tra gorilla di pianura, elefanti di foresta e bufali rossi. A caccia con i Pigmei Ba-aka. Un abisso verde, l’ultima frontiera inesplorata dell’Africa Nera.

    • La più alta concentrazione al mondo di elefanti di foresta e di gorilla di pianura
    • L’ultima foresta primaria semi-inesplorata al mondo, un abisso verde punteggiato dai celebri “bai” dove si concentrano gli animali
    • 350 (stima minima) specie di uccelli, alcune delle quali endemiche o scoperte di recente proprio in quest’area. Alcune bizzarre come i Picathartes, altre rare o spettacolari
    • Pangolini, Anomaluri, genette, lontre del Congo, manguste
    • Ilocheri, potamoceri rossi, Sitatunga, Bongo, Bufalo rosso e diversi cefalofi
    • Escursioni notturne guidate dai pigmei Ba-aka, avvicinandosi agli unici gorilla di pianura “contattati” dall’uomo
    • Altri primati: scimpanzé, cercopiteci coronati e di De Brazza, cercocebi, colobi, galagoni, potto…

    ClimaProvincia biogeograficaBiodiversità e Patrimonio culturale

    Tropicale, con caldi e secchi inverni ed estati umide. La quantità annua media di precipitazioni è di circa 1550 mm, la temperatura compresa tra i 24 e 29°C. A Dzanga Sangha il picco delle precipitazioni è tra Ottobre e Novembre (grande stagione delle piogge), e tra Maggio e Giugno (piccola stagione delle piogge).

    L’itinerario si sviluppa nel cuore delle foreste pluviali dell’Africa centrale, nell’area oggi protetta da un parco nazionale transfrontaliero noto come DSPAC (Dzanga-Sangha Protected areas complex, patrimonio dell’umanità UNESCO), reso celebre negli ultimi anni grazie alle pubblicazioni del National Geographic che hanno raccontato la spedizione più spettacolare degli ultimi tempi, il Megatransect di J.M. Fay e M. Nichols. Geograficamente gli stati coinvolti sono il Camerun,la Repubblica Centroafricana, e il Congo. Biogeograficamente ci si trova nel bacino del fiume Congo, si tratta della seconda più grande foresta pluviale primaria al mondo per estensione (oltre 2 milioni di kmq). L’ambiente è dominato da foreste semidecidue, sempreverdi e ciclicamente soggette a inondazioni (dal fiume Sangha), ma contiene anche tratti dominati da Gilbetiodendron dewevrei, e zone a savana e radure ad elevata concentrazione di fauna (bai).

    Biodiversità: La varietà degli ecosistemi e l’isolamento della regione si riflette in un altissimo livello di biodiversità. Di particolare rilevanza è la megafauna: Gorilla di pianura occidentale (Gorilla gorilla gorilla), Elefante di foresta (Loxodonta cyclotis), Scimpanzé (Pan troglodytes troglodytes ), Bongo (Boocerus eurycerus) e Bufalo rosso (Syncerus cafer nanus) sono alcuni tra gli highlights dell’area. Dzanga-Sangha Forest Reserve presenta la più alta densità al mondo di gorilla di pianura occidentali (sono presenti più di 2000 esemplari), così come quella di elefanti di foresta. Tra gli altri primati sono da annoverare i cercopiteci coronati e di De Brazza, oltre che diversi cercocebi, colobi, galagoni e il Potto. Straordinaria l’avifauna, con oltre 350 specie tra cui diversi endemismi e recenti scoperte, alcune bizzarre come i Picathartes, altre rare o spettacolari. Numerosi gli artiodattili di foresta (Cephalophus spp) e le genette (Genetta spp.), oltre che tre specie di manguste, due di lontra e tre di pangolini. Si tratta sicuramente di uno degli ultimi avamposti mondiali della biodiveristà.

    Patrimonio culturale: La regione è famosa per i Pigmei Ba-aka, la cui intera popolazione mondiale è divisa in diversi gruppi tribali nella sottile striscia di foresta tropicale primaria compresa tra i 4° nord e 4° sud dell’equatore, dalle estremità occidentali del Lago Vittoria fino all’Oceano Atlantico Sono il più grande gruppo di cacciatori-raccoglitori del pianeta: conosciuti fin dai tempi degli Egizi, hanno sempre esercitato un fascino irresistibile per gli esploratori e i mercanti. Accompagnare i Ba-aka nella tradizionale caccia con le reti nella foresta ed essere partecipi di tutte le attività del villaggio rappresenta un’esperienza forte e coinvolgente.

    Si tratta di un itinerario nel cuore dell’Africa nera, una delle aree più ricche in assoluto in termini di biodiversità e dove il turismo a solo agli albori. Si dormirà sempre in confortevoli hotel o lodge (Dzanga-Sangha). Naturalisticamente e etnograficamente il livello è altissimo, ma per il carattere “esplorativo” dell’itinerario qualche scomodità è da mettere in conto.

    Itinerario in dettaglio

    • Giorno 1: Volo internazionale per Bangui. Incontro con il corrispondente locale e volo privato per Bayanga (50 min). Arrivo al Parco Nazionale di Dzanga-Sangha, vero scrigno di biodiversità. Escursione fluviale naturalistica al tramonto sul fiume Sangha. Cena e pernottamento in lodge, nelle foreste primarie del bacino del Congo.
    • Giorni 2-7: Parco Nazionale di Dzanga-Sangha, vero scrigno di biodiversità. Visiteremo radure (i celebri “bai”) in cui si concentrano grandi mammiferi come in un processione di titani: bufali rossi, antilopi, elefanti di foresta, ilocheri, gorilla etc. Faremo escursioni notturne, andremo in foresta con i Ba-aka, avvicineremo gli unici gorilla di pianura “contattati” dall’uomo. Colazioni, pranzi, cene e pernottamenti in lodge.
    • Giorno 8: ultima mattina nel parco, trasferimento verso Bayanga e volo charter privato verso Bangui. Se necessario (dipende dall’operativo dei voli) cena e pernottamento in hotel.
    • Volo di rientro per l’Italia.

    L’itinerario prevede l’accompagnamento da parte di un biologo esperto di ambienti tropicali.

    Servizi Compresi
    • Volo privato e mezzi 4×4 per raggiungere e muoversi a Dzanga-Sangha
    • Tutte le attività a Dzanga-Sangha come da programma (Gorilla tracking, 2 visite a Dzanga bai, 1 giorno a caccia e altre attività con i pigmei Ba-aka, escursione a piedi nelle saline (Bai),  escursioni notturne, escursione fluviale, etc)
    • Guide locale e accompagnamento da parte del biologo per tutta la durata del safari dall’Italia
    • Assicurazione medico/bagaglio
    • Tasse di ingresso e di attività nei parchi e riserve
    • Vitto e alloggio full board
    Servizi Non Compresi
    • Volo internazionale e tasse aeroportuali
    • Quota Gestione Pratica (30 euro)
    • Visti internazionali
    • Bevande alcoliche e soft drinks
    • Assicurazione annullamento viaggio (opzionale)
    • Eventuale pernottamento a Bangui
    • Mance ed extra personali e in generale ciò che non è compreso in “Servizi Compresi”
    Costi
    € 3295,00 per base 7 partecipanti. Possono essere previsti adeguamenti.

    Disclaimer 1: L’itinerario proposto è da considerarsi un programma di massima. Salvo differenti accordi preliminari con i partecipanti, le aree visitate e i tempi di permanenza saranno rispettati, ma potrebbe variare l’ordine di successione delle tappe. Sarà nostra cura inviare un programma definitivo aggiornato ai partecipanti, in tempo utile e prima della conferma ufficiale, in modo da consentirne la valutazione.

    Disclaimer 2: A seguito di decisioni, anche improvvise, delle autorità del paese, potranno verificarsi variazioni nel costo finale. In situazioni di questo genere, che auspichiamo non debbano verificarsi, sarà nostra cura trasmettere le comunicazioni ufficiali dei ministeri competenti, in totale trasparenza. Ci riserviamo di adeguare la quota, in ottemperanza alle normative vigenti.

    logo trasparente partnership

    Share Button