• Navigation Menu
    Tanzania Meridionale

    Tanzania Meridionale

    Il Selvaggio Sud

    • Periodo Ottimale: Giugno–Ottobre
    • Giorni: 11–12
    • Zona di interesse: Tanzania meridionale
    • Costo: € 2832,00
    Share Button

    Itinerario naturalistico guidato alla scoperta degli animali e degli ambienti dell’Africa orientale, esplorando aree protette immense,  inalterate e poco conosciute, fuori dai circuiti turistici tradizionali. In termini di fauna e flora il viaggio tocca le aree più “biodiverse” del continente, dalle isolate foreste dell’Eastern Arc, ai mega-parchi dell’ecosistema Ruaha-Rungwa, roccaforte di Leone africano e dove ancora resiste il Licaone. 

    • Enormi distese semi-inesplorate – L’Africa senza confini
    • La foresta di Udzungwa – le “Galapagos” d’Africa
    • I parchi più remoti – a piedi nella savana
    • L’ecosistema Selous-Mikumi –  l’altra grande migrazione
    • Un impressionante numero di specie – la fauna della “Miombo woodland”
    • Ruaha-Rungwa – la massima roccaforte del leone africano

    L’itinerario prevede l’accompagnamento da parte di un biologo esperto di fauna africana.

    ClimaProvincia biogeograficaBiodiversità

    Equatoriale, con due stagioni delle piogge. Per la natura del suolo e per la maggiore intensità dei fenomeni atmosferici, non è auspicabile la visita in piena stagione delle piogge. Fino alla metà di marzo, tuttavia, la maggior parte dei percorsi è praticabile, offrendo la possibilità di vedere l’”Africa verde”.

    L’itinerario attraversa la “Miombo woodland”, un ecosistema che separa le faune meridionali (Namibia, Sudafrica) dalle zoocenosi tipiche delle savane orientali. Le savane arboree a Brachystegia e le savane collinari a combretum e commifore ospitano, nonostante l’apparenza monocorde, una biodiversità seconda solo alle foreste pluviali tropicali. Le montagne di Udzungwa costituiscono parte integrante delle foreste dell’Eastern Arch, mosaico faunistico frutto dell’isolamento, paragonate da molti scienziati alle Galapagos quanto a biodiversità e ricchezza in forme endemiche.

    Fauna: La ricchezza faunistica è immensa, e rimandiamo alle singole descrizioni dei parchi. Rispetto ai grandi numeri dei Parchi del Nord, più noti al grande pubblico, i parchi meridionali oppongono una maggiore quantità di specie. Tra le “chicche” del sud, assenti in Tanzania settentrionale, annoveriamo il Licaone, le antilopi Nera e Roana, il Kudu maggiore, l’endemico Colobo di Iringa, l’Alcelafo del Lichtenstein, etc. Inoltre, molti animali comuni (gnu, babbuini, etc.) appartengono a sottospecie o specie differenti.

    Valore conservazionistico: l’ecosistema Selous-Mikumi rappresenta forse l’ultimo luogo, assieme all’analogo Serengeti-Maasai Mara (ben più “assediato” e meno vario) dove la vita della fauna africana si svolge nei luoghi e nei tempi assegnati dalla natura. La popolazione di elefanti qui presente è una frazione importante del totale mondiale. Udzungwa, d’altra parte, è considerato uno degli “hotspots” della biodiversità mondiale.

    Patrimonio culturale: Il sud è in gran parte disabitato. Tra le popolazioni che si possono incontrare meritano menzione i fieri Wa-Hehe.

    Itinerario in dettaglio

    • Giorno 1: Arrivo a Dar Es Salaam , sistemazione in hotel e briefing sull’itinerario e sugli ecosistemi che osserveremo.
    • Giorno 2: Trasferimento verso Selous, partenza mattina presto, pranzo durante il tragitto, sistemazione al campo. Walking safari.
    • Giorno 3: Giornata completamente dedicata all’osservazione di fauna e ambienti del Selous. Escursione opzionale lungo il fiume Rufiji.
    • Giorno 4: Giornata completamente dedicata all’osservazione di fauna e ambienti del Selous. Escursione opzionale lungo il fiume Rufiji.
    • Giorno 5: Game drive attraversando Selous. lungo viaggio verso L’area di Morogoro, sistemazione in hotel. Vari punti di interesse lungo il percorso; visita alla comunità dei coltivatori di erbe e spezie dei Monti Uluguru.
    • Giorno 6: Visita al mercato di Morogoro; in mattinata, poi, riprendiamo il viaggio verso Ruaha, pranzolungo il percorso, sistemazione in eco-lodge.

    • Giorno 7: Giornata interamente dedicata al’osservazione di fauna e ambienti del Ruaha. Sistemazione in camping o lodge.
    • Giorno 8: Giornata interamente dedicata al’osservazione di fauna e ambienti del Ruaha. Sistemazione in camping o lodge.
    • Giorno 9: Ruaha – Mikumi. Game drive mattiniero. Partenza per Iringa, pranzo e di nuovo in strada verso Mikumi. Sistemazione in camping o hotel.
    • Giorno 10: Partenza di primo mattino, un’ora di strada fino a Udzungwa. Giornata di trekking, interamente dedicata all’osservazione della straordinaria foresta dell’Udzungwa National Park. Escursione dedicata all’osservazione dei primati endemici. Rientro a Mikumi.
    • Giorno 11: Game drive nel Mikumi National Park, poi trasferimento a Dar es Salaam.
    • Giorno 12: Rientro in Italia.

    L’itinerario è concepito in modo da presentare in un circuito di 11-12 giorni (secondo la sequenza delle aree visitate, e dipendentemente dagli orari dei voli) la quasi-totalità degli habitat più rappresentativi della bio-regione al confine tra le savane dell’Africa orientale e gli ecosistemi sudafricani. Le savane dei parchi del Nord, assai più note al grande pubblico, sono caratterizzate da scarse precipitazioni (< 600mm/anno) e da “erbe basse” (Cynodon dactylon ed altre) molto nutrienti che sostentano grandi mandrie di erbivori. In Tanzania meridionale le precipitazioni superano i 1’000 mm/anno, concentrate in una grande stagione delle piogge; queste condizioni permettono l’esistenza della “Miombo woodland” , un ecosistema dominato da alberi del genere Brachystegia e da erbe “alte” (Hypharrhenia ssp), dove tuttavia sono presenti oltre 2140 specie botaniche. Si tratta, a differenza delle praterie settentrionali (ricchi per biomassa animale, ma relativamente monotoni) di una situazione seconda per biodiversità solo alle foreste pluviali primarie. Nei parchi del Sud, intesi come settore Selous – Mikumi – Ruaha, sono presenti specie diverse, e in numero maggiore rispetto al circuito Serengeti – Maasai Mara; l’avvistamento è però più imprevedibile e i “numeri” delle singole specie sono diversi. Udzungwa, noto per decenni solo ai ricercatori come Biodiversity hotspot, fa parte delle foreste dell’Arco orientale, e presenta invece caratteristiche tipiche delle foreste pluviali equatoriali.

    Servizi Compresi
    • Acqua minerale durante il safari
    • Tutti i trasferimenti
    • Toyota landcruiser 4×4 attrezzata per safari, o per 10pax, toyota long base
    • Autista/guida locale e accompagnamento da parte del biologo per tutta la durata del safari
    • Tasse di ingresso ai parchi e riserve
    • Vitto e alloggio full board, materiali per campeggio, cuoco ed eventualmente portatori
    • Assicurazione medico/bagaglio
    Servizi Non Compresi
    • Volo internazionale e tasse aeroportuali
    • Quota Gestione Pratica (euro 30)
    • Visto Tanzania
    • Bevande alcoliche
    • Assicurazione Annullamento Viaggio (facoltativa)
    • Mance ed extra personali e in generale ciò che non è compreso in “Servizi Compresi”
    Costi
    € 2832,00 per base 6 pax. Possono essere previsti adeguamenti.
    L’estensione dei territori facenti parte dell’ecosistema Selous e Ruaha Rungwe, e la notevole variabilità dei movimenti migratori suggeriscono l’adozione di uno schema “nomade”, ovvero l’utilizzo di campi mobili che permettano di seguire gli spostamenti delle grandi mandrie. Per questo opteremo per un “safari” prevalentemente in tenda, con notti in lodges a intervalli regolari.

    Disclaimer 1: L’itinerario proposto è da considerarsi un programma di massima. Salvo differenti accordi preliminari con i partecipanti, le aree visitate e i tempi di permanenza saranno rispettati, ma potrebbe variare l’ordine di successione delle tappe. Sarà nostra cura inviare un programma definitivo aggiornato ai partecipanti, in tempo utile e prima della conferma ufficiale, in modo da consentirne la valutazione.

    Disclaimer 2: A seguito di decisioni, anche improvvise, delle autorità del paese, potranno verificarsi variazioni nel costo finale. In situazioni di questo genere, che auspichiamo non debbano verificarsi, sarà nostra cura trasmettere le comunicazioni ufficiali dei ministeri competenti, in totale trasparenza. Ci riserviamo di adeguare la quota, in ottemperanza alle normative vigenti.

    logo trasparente partnership

    Share Button