• Navigation Menu
    Tra terra, fiume e mare

    Tra terra, fiume e mare

    Delta del Po

    • Periodo Ottimale: 11-13 settembre 2020
    • Giorni: 3
    • Zona di interesse: Parco del Delta del Po
    • Costo: € 390
    Share Button

    Un luogo sospeso, ecco cosa rappresenta per me il Delta del Po.

    Puoi immergerti ad ammirare fenicotteri, a esplorare canneti e valli,

    a goderti il tramonto davanti ai resti di un patrimonio culturale immenso.

    Ma ancora, non afferrerai appieno la magia di questo angolo d’Italia,

    sospeso tra terra e acqua.

     Itinerario naturalistico e culturale guidato, alla scoperta degli animali e degli ambienti del Parco del Delta del Po, in compagnia di un biologo esperto di fauna vertebrata

    • Il Parco Naturale Regionale del Po – una delle aree umide migliori d’Europa per gli uccelli acquatici
    • Il Delta attivo e il Delta storico – dalle trasformazioni del territorio una eccezionale diversità di ambienti
    • Le Valli da pesca e le lagune – ambienti di transizione ad acque salmastre, con barene e isolotti che richiamano una grande ricchezza di specie animali
    • Il fenicottero, il falco di palude, le avocette – il paradiso per il birdwatching
    • Testuggine palustre, pelobate fosco e rana di Lataste – erpetofauna rara ed endemica

    Collocazione geograficaBiodiversitàValore conservazionistico e patrimonio culturale

    Costa nord Adriatica tra Veneto ed Emilia-Romagna

    La flora del Delta del Po è caratterizzata da un’elevata ricchezza di specie, frutto del ricco mosaico territoriale e della diversità di ambienti presenti nell’area. Le associazioni vegetali sono molteplici; si passa da formazioni boschive igrofile a pinete di impianto antropico, dalla vegetazione erbacea di elofite delle zone umide d’acqua dolce a quella alofila tipica delle aree ad acque salate e salmastre fino alle specie ammofile delle dune. Fra le specie più significative possiamo citare l’ibisco litorale, il fiordaliso di Tommasini, lo sparto delle barene, la granata hirsuta, il cisto femmina, il giuncastrello marino, l’apocino veneziano e il limonio, che cresce ai margini delle valli da pesca e nelle barene.

    Il Delta del Po è considerata la più importante area ornitologica italiana e una delle più rilevanti d’Europa.  Grazie alla grande varietà ambientale che caratterizza l’area del parco, più di 300 specie di uccelli sono osservabili nel corso dell’anno. Tra le specie più significative possiamo segnalare il marangone minore, che qui diede vita alla prima colonia nidificante dell’Europa occidentale, la rara sterna di Rüppell, il fenicottero rosa, con una delle più importanti colonie europee. Si possono osservare con grande facilità tutte le specie di ardeidi tra cui la sgarza ciuffetto e l’airone rosso, e molte specie di anatidi, limicoli e laridi: moretta tabaccata, mestolone, fischione, avocetta, pettegola, cavaliere d’Italia, piovanello pancianera, gabbiano roseo, gabbiano corallino. Sulle spiagge meno frequentate nidifica la beccaccia di mare, mentre nelle zone umide d’acqua dolce, tra canali, canneti e aree paludose, si possono osservare specie interessanti e piuttosto rare come il tarabuso, il basettino e il forapaglie castagnolo. L’area è molto frequentata anche da rapaci come le albanelle (reale e minore), il falco di palude e il falco pescatore. Degna di nota la presenza della rana di Lataste, endemismo delle pianure padano-venete, del raro pelobate fosco che trova, nel giardino botanico di Caleri, l’unica colonia del Veneto e della testuggine palustre.

    Valore conservazionistico: l’area rappresenta una delle più importanti zone umide d’Europa e, nonostante la sua conformazione attuale sia il frutto di secolari trasformazioni e modifiche da parte dell’uomo che ha letteralmente plasmato il paesaggio, conserva una grande ricchezza di ambienti in grado di ospitare comunità faunistiche di elevato pregio naturalistico e conservazionistico. Molte di queste specie sono fortemente vincolate agli habitat presenti nel territorio, che rappresentano, quindi, delle aree indispensabili per la loro conservazione.

    Patrimonio culturale: nell’area del Delta del Po la presenza umana è un elemento che ha modificato e caratterizzato il territorio per secoli. Le idrovore, le valli da pesca, i canali e i rami stessi del grande fiume, deviati più volte nei secoli, raccontano la storia di un territorio in cui l’uomo ha trovato il modo di vivere entrando in stretto contatto con esso e plasmandolo. Una tradizione che ancora oggi si mostra nelle numerose valli da pesca in cui si pratica la pesca e la pisci e mitilicoltura, nell’agricoltura e nell’accoglienza agrituristica.

    Itinerario in dettaglio

    • Giorno 1. Pernottamento e cena a base di prodotti del territorio in agriturismoRitrovo a Rosolina (RO), visita del giardino botanico e laguna di Caleri (possibilità di vedere il pelobate fosco e la testuggine palustre). Soste e brevi spostamenti a piedi lungo la via delle valli e lungo il Po di Levante, fino ad arrivare al Po di Maistra (passeriformi, avocette, pettegole, svassi, ardeidi, laridi, fenicotteri). Opzionale uscita in serata dedicata ai rapaci notturni. Pernottamento e cena a base di prodotti del territorio in agriturismo.
    • Giorno 2. Colazione e partenza e visita a Boccasette e Sacca degli Scardovari (beccacce di mare, volpoche, cormorani, marangoni minori, falchi di palude, limicoli). Nel pomeriggio effettueremo una visita in barca per osservare gli ambienti e la fauna deltizia e lagunare (l’uscita in barca potrà essere anticipata in base alle condizioni delle maree). Cena in agriturismo a base di pesce pescato nella sacca degli Scardovari. Pernottamento in agriturismo.
    • Giorno 3. Spostamento verso la parte emiliana del Delta del Po, visita dell’area di Goro (sacca di Goro) e delle valli di Comacchio (fenicotteri, sterne, rapaci, passeriformi). Tardo pomeriggio, rientro a casa.
    Servizi Compresi
    • Tutte le attività come da programma
    • Guida locale e accompagnamento da parte del biologo per tutta la durata del viaggio
    • Tutti i permessi
    • Utilizzo di strumentazione per l’osservazione di animali (ottiche lunghe Swarovski)
    • Materiale informativo sulle aree protette visitate e sulla fauna del Delta del Po
    • Assicurazione medico/bagaglio
    • Vitto e alloggio full board, salvo pasti esplicitamente indicati
    Servizi Non Compresi
    • Trasporto
    • Quota gestione pratica (euro 30)
    • Bevande
    • Pranzi liberi
    • spese di sanificazione eventualmente imposte per legge.
    • Assicurazione annullamento viaggio (opzionale)
    • Mance ed extra personali e in generale ciò che non è compreso in “Servizi Compresi”
    Costi
    390 Euro

    Disclaimer 1: L’itinerario proposto è da considerarsi un programma di massima. Salvo differenti accordi preliminari con i partecipanti, le aree visitate e i tempi di permanenza saranno rispettati, ma potrebbe variare l’ordine di successione delle tappe. Sarà nostra cura inviare un programma definitivo aggiornato ai partecipanti, in tempo utile e prima della conferma ufficiale, in modo da consentirne la valutazione.

    Disclaimer 2: A seguito di decisioni, anche improvvise, delle autorità del paese, potranno verificarsi variazioni nel costo finale. In situazioni di questo genere, che auspichiamo non debbano verificarsi, sarà nostra cura trasmettere le comunicazioni ufficiali dei ministeri competenti, in totale trasparenza. Ci riserviamo di adeguare la quota, in ottemperanza alle normative vigenti.

    logo trasparente partnership

    Share Button